I nostri laboratori (biologia, chimica e fisica)

La didattica è improntata per tutto il quinquennio allo sviluppo delle competenze laboratoriali in ambito scientifico.

Gli obiettivi saranno quelli di consolidare e approfondire le conoscenze affrontate durante le ore curricolari teoriche; di promuovere e sviluppare l’attitudine all’analisi critica di problemi, all’uso del metodo scientifico basato su ipotesi ed esperimenti; di sviluppare negli studenti la capacità di utilizzare in maniera flessibile le conoscenze fisiche e matematiche, oltre che biologiche e chimiche, affrontate durante le normali ore curricolari e abituarli ai collegamenti; di sviluppare delle competenze relative all'applicazione del metodo sperimentale, all'elaborazione e analisi dei risultati raccolti, alla stesura di relazioni scientifiche e alla formulazione delle conclusioni.

In particolare ciò si attua con un progetto, nel primo biennio, mediante esperienze di laboratorio di Chimica e Biologia, da realizzarsi in un’ora aggiuntiva settimanale, consentendo uno studio approfondito dei fenomeni mediante un costante accompagnamento dei concetti teorici con l’attività sperimentale laboratoriale. Nello specifico, si utilizzano i laboratori di chimica per spiegare con esercitazioni pratiche le conoscenze fondamentali circa gli stati di aggregazione, la natura particellare della materia, la classificazione degli elementi, l'identificazione e classificazione delle fondamentali reazioni. Inoltre, vengono realizzati laboratori di Biologia per permettere un approccio pratico alle tematiche biochimiche, citologiche e sistematiche.

Per quello che riguarda il triennio si attuerà un’iniziativa di ampliamento curricolare che consiste in un’ora aggiuntiva settimanale di Fisica da utilizzare prevalentemente in attività di laboratorio. Tale scelta afferisce alle priorità legate al potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche, allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al pensiero computazionale, al potenziamento delle metodologie laboratoriali, alla valorizzazione di percorsi formativi individualizzati e coinvolgimento degli alunni e degli studenti. Verranno proposte differenti tipologie di attività: esperimenti di fisica con i materiali a disposizione della scuola; studio e utilizzo di un linguaggio di programmazione (es. C++); utilizzo di alcuni applicativi per l’analisi e la rappresentazione dei dati sperimentali sfruttando anche open data disponibili (es. dati ambientali, geofisici,…); progettazione e costruzione di strumenti di misura, materiali didattici ed esperimenti; -studio e utilizzo della scheda Arduino e/o della scheda Raspberry per la realizzazione di esperimenti; per quinto anno si impronterà la modellazione con un software o con un linguaggio di programmazione per la simulazione di situazioni/problemi fisici derivanti sia dalla realtà sia da simulazioni e problemi di seconda prova.

Allegati
Articolo Rivista La Fisica nella Scuola.pdf